Pagani. Maltempo, tanta paura per il crollo di una casa nel centro storico

Pare che a venire giù per il forte maltempo,  sia stata una vecchia casa per fortuna disabitata da molto tempo , ma la paura è stata tanta tra i residenti del cortile e della zona circostante.

Pagani. Maltempo, tanta paura per il crollo di una casa nel centro storico

E’ successo ieri sera in un cortile nel pieno centro storico della città di Pagani.

Pare che a venire giù per il forte maltempo,  sia stata una vecchia casa per fortuna disabitata da molto tempo , ma la paura è stata tanta tra i residenti del cortile e della zona circostante.

Sul posto sono immediatamente giunte le forze dell’ordine allertate dalle chiamate ricevute . Anche il sindaco Raffaele Maria De Prisco si è voluto accertare dell’accaduto recandosi sul luogo del crollo  e sulla sua pagina social ha scritto:

ALLERTA METEO – DUE CROLLI DURANTE LA NOTTE

“É stata una lunga notte in strada con i Vigili del Fuoco, la polizia municipale, le forze dell’ordine, la Papa Charlie e i tecnici comunali per mettere in sicurezza le aree, due con precisione, che hanno subito in serata e nella notte due crolli, il primo in una corte in via Aniello Califano, il secondo su Corso Ettore Padovano, entrambi stabili abbandonati, ma vicini a locali abitati.

Una famiglia di via Aniello Califano é stata evacuata presso familiari. Tre persone residenti nella corte di Corso Ettore Padovano, anch’essi afferenti ad un unico nucleo familiare, sono state evacuate nel cuore della notte, accolte e rinfrancate presso la protezione civile Papa Charlie e già sistemate presso un albergo.

Potrebbero esserci mancanze di energia elettrica nelle zone circostanti in attesa di completamento intervento Enel.

Interventi di somma urgenza per la pulizia e messa in sicurezza delle aree coinvolte sono già in corso.

Al contempo continua ad essere monitorata la situazione nelle strade bagnate dall’Alveo Comunale Nocerino, al momento senza riscontrare forti criticità.

Il COC é attualmente riunito e resterà attivo.