Angri. Al via le domande per il risarcimento dei danni provocati dall’alluvione

L’amministrazione Ferraioli pubblica un avviso rivolto a coloro che hanno subito danni nell’ultima alluvione. Le domande da inoltrare alla Regione Campania vanno presentate all'ufficio protocollo dell'ente di piazza Crocifisso

foto- angri emergenza-alluvione
angri emergenza-alluvione

Angri. Al via le domande per il risarcimento dei danni provocati dall’alluvione

L’amministrazione Ferraioli pubblica un avviso rivolto a coloro che hanno subito danni nell’ultima alluvione. Le domande da inoltrare alla Regione Campania vanno presentate all’ufficio protocollo.

 

AVVISO PUBBLICO EMERGENZA ALLUVIONE GENNAIO 2023

A partire dal 24 gennaio 2023 sarà possibile produrre presso il Protocollo del Comune Angri la presentazione delle domande da inoltrare alla Regione Campania ai sensi della Deliberazione n. 410 del 25 marzo 2010 per l’accertamento e il risarcimento dei danni causati da mancata manutenzione del reticolo idrografico di competenza della Regione Campania.

Si ricorda che la normativa regionale prevede che la richiesta di risarcimento deve essere presentata entro il termine di 10 giorni dalla data in cui si è verificato 1’evento meteorologico e, pertanto, le domande per il risarcimento dei danni patiti per gli eventi del 17 gennaio u.s. e successivi va presentata entro e non oltre le ore 13:00 a decorrere dal 27 gennaio 2023 e seguenti in base al verificarsi dell’evento come previsto, al detto sportello ovvero a mezzo pec all’indirizzo: comune.angri@legalmail.it

E’ possibile prelevare la necessaria documentazione per inoltrare la domanda La sul sito internet dell’Ente all’indirizzo: https://www.comune.angri.sa.it

Si evidenzia che la normativa regionale prevede la conservazione del materiale danneggiato per la verifica da parte del personale della Regione e, pertanto, si invitano gli interessati a NON disfarsi dei beni  di  valore  danneggiati dall’alluvione.

Si suggerisce, inoltre, di allegare alla domanda rilievi fotografici a supporto della stessa e di attenersi scrupolosamente a quanto previsto dalla Deliberazione n. 410 del 25 marzo 2010.