Pagani. Rinnovo per gli ausiliari di sosta, è polemica sulla proroga

Rinnovati tre dipendenti della Sam come ausiliari della sosta, ma l'opposizione lamenta un buco normativo per i mesi passati

Amministrazione De Prisco, Pagani, azienda speciale SAM
Amministrazione De Prisco, Pagani, azienda speciale SAM

Il comune di Pagani rinnova gli ausiliari del traffico provenienti dall’azienda speciale Sam, l’opposizione lamenta però un ritardo pericolosissimo. Negli ultimi giorni l’amministrazione di palazzo San Carlo con tre delibere specifiche ha nuovamente attribuito a tre dipendenti della società partecipata il ruolo di gestione e controllo delle soste a pagamento in città.

Sam e parcheggi

Un rapporto specifico che nasce nel 2021 come si può leggere dai documenti comunali, che vive ora di un rinnovo burocratico necessario. L’iniziativa nasce per dare un supporto reale al comando della Polizia Locale di via Pittoni nel controllo di parchimetri e quindi delle soste a pagamento, vista una carenza d’organico strutturale che non permette agli operatori di curare il servizio come merita. Le delibere hanno però aizzato parte del consiglio comunale di opposizione, in particolar modo Anna Rosa Sessa e Vincenzo Calce, da tempo vigili sull’argomento. I due hanno contestato negli ultimi mesi estremo ritardo nella pratica, comportando una serie di problemi amministrativi gravi, tra cui l’invalidità di centinaia di sanzioni verbalizzate negli ultimi mesi.

Calce e Sessa

“Non abbiamo avuto alcuna risposta sulla richiesta di chiarimenti ma, come sempre, i nostri sospetti erano fondati, i nostri dubbi sull’operato trovano sempre conferme” scrivono Calce e Sessa, che spiegano come “Al fine c’è mai peggio con questa amministrazione. I decreti degli ausiliari del traffico sono stati rinnovati, attraverso i decreti sindacali n.9.10 e 11, soltanto in data 03.02.23. Erano scaduti da moltissimi mesi ed i corsi professionali erano stati avviati solo a luglio 2022. Ma adesso le multe che sono state emanate senza titolo possono essere impugnate dai cittadini? Sono valide oppure no? Chi pagherà i danni erariali che si profilano? il bilancio previsionale sarà falsato?”.

Nessun problema

Le domande, retoriche per artificio politico, sono molto pesanti ma al tempo stesso trovano sempre la stessa risposta da parte dell’amministrazione De Prisco. La giunta comunale aveva in tal senso già rassicurato opposizioni e città sull’argomento, dichiarando come palazzo San Carlo non avesse sull’argomento mai sforato i termini di scadenza, né in questo caso né per gli anni passati. Garantendo così la validità di tutti i verbali redatti dagli ausiliari della sosta della SAM.