Pagani. Sanzioni sosta a pagamento, stop ai dubbi

L'opposizione dopo il rinnovo degli ausiliari ha continuato ad affermare dubbi sulla legittimità delle sanzioni nell'ultimo anno, l'assessore Russo fuga ogni dubbio

Pagani Comune
Pagani Comune

Pagani, le multe emesse dagli ausiliari di sosta nell’ultimo anno sono valide, a sgombrare ogni qualsivoglia di dubbio l’assessore Veronica Russo.

Il caso

Negli ultimi giorni il sindaco di Pagani Lello De Prisco è stato protagonista di tre delibere di rinnovo per altrettanti dipendenti della società speciale SAM come ausiliari della sosta. Una scelta questa per palazzo San Carlo obbligata vista la carenza di dipendenti della Polizia Locale che possano garantire una sufficiente gestione e controllo del servizio di sosta a pagamento, ma è polemica sulle modalità di rinnovo. Le delibere sono state subito oggetto di un forte attacco dei consiglieri comunali Vincenzo Calce e Anna Rosa Sessa, estremamente polemici per la validità delle sanzioni pregresse, soprattutto degli ultimi mesi.

La polemica delle minoranze

Per le minoranze i termini di scadenza erano stati superati da diverso tempo, comportando così il possibile annullamento di centinaia di sanzioni emesse. Su questa situazione palazzo San Carlo ha sempre voluto glissare le critiche, garantendo che tutto è sempre stato in regola, con nessuna ripercussione quindi sulla validità delle multe. “Nelle delibere non vengono citati termini di scadenza di un possibile precedente rapporto lavorativo del genere. Appaiono come documenti ex novo, ma parliamo di tre dipendenti che lavorano da tempo al controllo della sosta a pagamento. Esiste una discrepanza evidente che manda in confusione i cittadini” ha spiegato ancora Vincenzo Calce, non soddisfatto della tranquillità conclamata dall’ente “I residenti hanno bisogno di sapere se le contravvenzioni che gli sono state registrate sono valide oppure no. Ci sono tantissimi casi di persone che vorrebbero capire se rivolgersi o meno agli enti preposti per l’annullamento degli atti, rischiamo di creare un caso pericoloso”.

Veronica Russo “Non c’è nessun problema”

L’amministrazione a questo punto ha voluto così definire una volta per tutte la situazione, spiegando come alla base del fraintendimento ci sarebbe un errore passato. “Abbiamo riaggiornato le delibere per i tre dipendenti per eliminare un errore di forma relativo proprio alla scadenza del rapporto di lavoro comunale. Nel documento generale approvato tra Sam e comune di Pagani infatti non esiste una scadenza di rapporto per i dipendenti, che comunque non è stata sforata. Quando un addetto alla sosta della Sam dovrà interrompere lo specifico rapporto di lavoro, ci sarà una delibera a determinarlo” viene chiarito definitivamente da Veronica Russo “Non fomentiamo informazioni sbagliate perché si rischia di fare un danno ai cittadini, con aggravi senza contesto a sanzioni”.