Angri. Problema sicurezza, tavolo di confronto al Comune con le forze dell’ordine

Hanno partecipato il Colonnello Di Gangi, il Maresciallo del Comando di Angri Comunale, la Comandante della Polizia Locale Galasso e il Consigliere Comunale Appuntato Scelto Mercurio

Confronto con le forze dell’ordine

Un tavolo di confronto sul problema sicurezza in città, si è tenuto ieri mattina al Comune presso l’ufficio del sindaco Ferraioli, a cui hanno partecipato il Colonnello Rosario Di Gangi, del reparto territoriale Carabinieri di Nocera Inferiore, il Maresciallo del Comando di Angri Anselmo Comunale, la Comandante della Polizia Locale Anna Galasso e il Consigliere Comunale Appuntato Scelto Salvatore Mercurio.

La dichiarazione del sindaco Ferraioli

“Gli episodi incresciosi degli ultimi mesi ci impongono un maggiore controllo del territorio e un dialogo continuo poiché, nonostante sia già considerevolmente aumentata la presenza delle forze dell’ordine in città nelle ultime settimane, diventa sempre più difficile opporsi a questa ondata di criminalità che investe tutto l’Agro”.

Difficoltà di indagini

“Dall’incontro – spiega Ferraioli – è emerso che, tra le difficoltà riscontrate nella lotta a questi criminali di solito organizzati in bande, c’è l’impossibilità di indagare in toto su tutti gli atti criminosi commessi negli ultimi mesi, in quanto sono ancora tante le persone che rinunciano a denunciare i fatti”.

Poche denunce rispetto ai reati

“Nel comune di Angri, infatti, le denunce depositate al Comando dei Carabinieri sono relativamente poche rispetto al numero effettivo di danni/furti subìti. Ad esempio, è spesso più facile trovare un post dell’accaduto su Facebook che una denuncia vera e propria dello stesso fatta presso i Carabinieri”.

Mancate denunce e difficoltà investigative

“Questo atteggiamento non solo va a svantaggio del lavoro investigativo delle forze dell’ordine, che avranno sempre meno cognizione del modus operandi di questi criminali, ma lede i cittadini e la città stessa che, statisticamente parlando, risulta avere meno episodi di criminalità “riconosciuti” rispetto a quelli effettivi”.

L’appello ai cittadini a denunciare

Il primo cittadini si rivolge direttamente ai cittadini con un appello: “Oltre ad aver richiesto ai presenti maggiori controlli e attenzione ove possibile, per la tutela e sicurezza di tutti, voglio rivolgere un appello ai cittadini: denunciate sempre! Denunciate ogni episodio criminoso, di qualsiasi natura, senza remore e senza timore, ed evitando, nel caso dei furti di auto, di cedere a possibili ricatti di natura estorsiva”.

Denunciare a tutela propria e della città

Ferraioli conclude con una riflessione: “Denunciare non risolve il problema istantaneamente, ma aiuta le forze dell’ordine nell’intento di debellare i furti con maggiore incisività e per un lasso di tempo maggiore. Con più denunce, si hanno più riscontri”.