San Marzano Sul Sarno. Commissione a lavoro verso lo streaming delle sedute consiliari

I consiglieri comunali Vincenzo Marrazzo, Colomba Farina, Maria Calenda e Franco Grimaldi portavoce dell'iniziativa promossa dal resto dell'opposizione e prossima all'approvazione in commissione statuto e regolamenti

Anche il comune di San Marzano sul Sarno si prepara a diventare più trasparente e a passo con i tempi moderni. L’opposizione consiliare è a lavoro per provare a rendere i momenti di assise sempre più aperti ai cittadini marzanesi.

L’impegno

Una necessità sentita dai consiglieri Marrazzo, Grimaldi, Calenda e Farina, sin da inizio mandato sensibili sul tema verso una maggiore partecipazione della città alla cosa pubblica verso un agire collettivo più responsabile ed informato.
Il tema è stato già oggetto di discussione della commissione consiliare statuto e regolamenti, pronto il prossimo lunedì mattina ad approvare l’argomento con il bene placito della maggioranza dell’amministrazione comunale del sindaco Carmela Zuottolo e del resto dell’opposizione consiliare.

Le parole dei consiglieri

“Le sedute di assise vivono ad oggi una serie di problematiche rilevate anche dal resto dell’opposizione consiliare, con convocazioni spesso affrettate e in orari o giorni estremamente difficili per la partecipazione attiva della cittadinanza. L’ultimo caso riguarda la seduta straordinaria convocata il prossimo lunedì 13 marzo alle ore 13, un orario molto complicato per gli addetti ai lavori, ancora di più per i semplici cittadini” scrivono i consiglieri Marrazzo, Calenda, Grimaldi e Farina “L’approvazione di un sistema di streaming pubblico, con la registrazione video dei vari interventi, permetterebbe una maggiore conoscenza della cosa pubblica, dando la possibilità ai cittadini di sapere cosa sta accadendo nel nostro comune. Siamo pronti a passare per la relativa commissione, destinando l’ordine del giorno al prossimo consiglio comunale utile. Un altro progetto per la nostra città, che l’amministrazione non dovrà lasciarsi sfuggire “.