Scafati. Miasmi in città. Aliberti denuncia il caso ai NOE

Scafati. Il sindaco ha presentato un esposto ai carabinieri dopo gli ultimi casi registrati. Verranno potenziati i controlli notturni

Fiume Sarno - Agro24
Fiume Sarno - Agro24
Scafati. Miasmi in città. Aliberti denuncia il caso ai NOE

Torna l’emergenza miasmi nel tratto scafatese del fiume Sarno, il sindaco Pasquale Aliberti denuncia il caso ai carabinieri del NOE. Mentre si iniziano a palesare sempre di più fenomeni di biocidio tra centro e periferia, la politica in blocco prova a determinare una controffensiva per la vivibilità cittadina. Non sono bastati gli appelli del mese di luglio per prevenire fenomeni di sversamenti di materiale maleodorante e probabilmente tossico. Già dalla fine dello scorso mese i cittadini sono tornati a lamentare miasmi lungo i corsi dei canali che si affacciano su migliaia di unità abitative del territorio. Un fenomeno che è stato anche propiziato nelle ultime ore dai primi acquazzoni estivi, con le piogge che riescono a formare un vestito per le sostanze che riescono a raggiungere la valle anche con maggiore velocità.

L’informativa al Prefetto

Una situazione aberrante che il sindaco Pasquale Aliberti ha illustrato al prefetto di Salerno, Francesco Russo, con l’accordo comune nell’ultimo incontro del potenziamento del sistema di controlli di scarichi e delle acque.

Tavolo tecnico

A breve è previsto un tavolo tecnico tra sindaco, la locale tenenza dei carabinieri di via Oberdan, la Compagnia della Guardia di Finanza e il comando di polizia locale per coordinare eventi a contrasto dei fenomeni illeciti, anche e soprattutto nelle ore notturne. Nonostante ciò, però, Aliberti ha confermato di aver sporto denuncia a ignoti presso i militari del Nucleo operativo ecologico di Salerno dopo gli ultimi miasmi registrati in città.

Si muove la politica locale

La politica del resto anche nelle commissioni consiliari è attiva sul tema, con il presidente dell’organo delegato all’Ambiente, Gennaro Avagnano, che ha iniziato un lavoro di indagine sulle autorizzazioni ambientali erogate lungo il territorio.

La denuncia di Francesco Carotenuto

Azioni conoscitive che sponsorizza anche la minoranza arancione rappresentata nel consiglio comunale da Francesco Carotenuto, che nelle scorse ore ha inoltrato un’interrogazione all’assessore delegato al fiume Sarno, Angelo Matrone. Si cerca di fare chiarezza sulle autorizzazioni agli scarichi civili e industriali erogati sul territorio nel periodo 2011-2022, su risultati di eventuali controlli e sulle strategie dell’amministrazione tra fondi e futuri piani.

“Il ruolo della politica davanti a un disastro del genere non si può limitare alla semplice denuncia, bisogna saper proporre strategie di controllo e di azione politica per quanto di competenza. Il primo dovere è quello di fare luce sulla vicenda partendo da una mappatura degli scarichi, strumento fondamentale per la cittadinanza ma anche per il lavoro delle forze dell’ordine, evitando di denunciare ignoti come succede da anni” dice Carotenuto.

Alfonso Romano