San Marzano sul Sarno. Il servizio rifiuti si blocca, operai non pagati

Scoppia il caso nel territorio marzanese dopo il blocco dei lavori della ditta appaltatrice del servizio di raccolta, i consiglieri Marrazzo, Grimaldi e Calenda segnalano il mancato pagamento e chiedono un intervento tempestivo

Caos rifiuti a San Marzano sul Sarno, si interrompe il servizio per il mancato pagamento del servizio di raccolta. Forte la denuncia del gruppo consiliare “Noi Insieme tra voi” formato da Vincenzo Marrazzo e Maria Calenda e dal consigliere comunale Franco Grimaldi, che chiedono un tempestivo intervento dell’ente comunale, reo di aver pubblicato la determina di pagamento senza mai completare il saldo. Il servizio di rifiuti è stato così interrotto nella giornata di martedì 26, un’emergenza che i consiglieri sperano non si prolunghi, visto già l’ammasso di rifiuti per strada.

Le parole dei consiglieri

“DM Technology, ditta che gestisce il servizio di raccolta rifiuti per l’amministrazione, ha comunicato ufficialmente che gli operai hanno interrotto il servizio per il mancato pagamento di quasi due mesi di lavoro. Nonostante questa comunicazione, l’amministrazione non ha provveduto al pagamento di quanto dovuto. Si parla sia del canone mensile per il servizio di raccolta che quello pertinente lo smaltimento degli stessi da Gennaio ad oggi per somme molto importanti” scrivono in una nota i consiglieri Franco Grimaldi, Maria Calenda e Vincenzo Marrazzo “La sospensione di servizio determina una serie di problemi, tra cui una città sporca e un futuro sciopero degli addetti ai lavori. Una vera beffa per i cittadini che pagano regolarmente le tasse”.

Responsabilità dell’ente

I consiglieri Marrazzo, Grimaldi e Calenda infine segnalano il grave errore dell’ente:” L’assessore al ramo, Andrea Oliva, ha dichiarato di aver assecondato tutti gli adempimenti del caso, provvedendo alla pubblicazione della determina di pagamento, senza interessarsi che il pagamento sia stato effettivamente compiuto. Un comportamento poco consono anche per la sindaco Carmela Zuottolo, che da responsabile della sanità pubblica, perché basta vedere il centro storico per rendersi conto della gravità della situazione. Bisogna assolutamente provvedere a far rientrare l’emergenza”.