Salerno e provincia. Aumentano gli incidenti stradali con feriti e morti: i dati Istat

La maggior parte degli incidenti si verifica sui rettilinei, per guida distratta (454), mancato rispetto dei segnali (348) e distanza di sicurezza (329)

Aumentano gli incidenti stradali in provincia di Salerno. A confermarlo sono i dati Aci Istat.

Morti e feriti in aumento

L’aumento maggiore è stato per i feriti e, in termini percentuali, per i morti. Nel 2022 in provincia di Salerno sono stati 2.570 gli incidenti stradali (+ 7,4%, + 173 rispetto al 2021 quando erano stati 2.327), i feriti sono stati 3.838 (+11%, + 383 rispetto al 2021 quando erano stati 3.455) e 58 i morti (+16%, + 8 rispetto ai 50 del 2021). Un incremento in tutti i settori, superiore anche alla media regionale per feriti e morti, pur se il numero dei sinistri registra un segno più, ma non così alto come complessivamente in Italia.

I comuni dove si sono registrati i decessi a seguito di incidenti stradali nel 2022: Salerno (7) Eboli (4), Pontecagnano (4), Cava de’ Tirreni (3) Castel San Giorgio (3), Capaccio Paestum (3), Albanella (2), Montesano sulla Marcellana (2), Nocera Inferiore (2), Pellezzano (2), Roccadaspide (2), San Pietro a Tanagro (2), Scafati (2) e Tramonti (2). Uno rispettivamente a Angri, Battipaglia, Bellizzi, Campagna, Casal Velino, Centola, Fisciano, Magliano Vetere, Montecorvino Pugliano, Padula, Postiglione, Praiano, Salento, Sant’Egidio del Monte Albino, Sanza, Serre, Teggiano e Vibonati. I 20 comuni dove si sono verificati più feriti a seguito di incidenti stradali: Salerno (857), Battipaglia (261), Eboli (213), Capaccio Paestum (195), Scafati 146, Nocera Inferiore (145), Pontecagnano (128), Cava de’ Tirreni (116), Agropoli (110), Nocera Superiore (76), Angri (71), Bellizzi (70), Campagna (70), Fisciano (66), Pagani (65), Sarno (60), MercatoSan Severino (59), Baronissi (57), Castel San Giorgio (52).

I Comuni più colpiti

I 20 comuni dove si verificano più incidenti: Salerno (578), Battipaglia (167), Eboli (123), Capaccio Paestum (122), Nocera Inferiore (110), Scafati (100), Pontecagnano (95), Cava de’ Tirreni(84), Agropoli (75), Nocera Superiore (56), Vietri sul Mare (50), Bellizzi (49), Pagani (48), Fisciano (47), Sarno (45), Mercato San Severino (44), Angri (43), Campagna (40), Baronissi(39), Castel San Giorgio (36) e Vietri Sul Mare (36).

Tutti i decessi si sono verificati in sinistri durante buone condizioni atmosferiche, così come la stragrande maggioranza di quelli con feriti (3.238, con la pioggia 310). La maggior parte di sinistri si è verificata in strade urbane (1.247), su Provinciali Statali/Regionali (555), altra strada urbana (445), in autostrada (217) e in altra strada extraurbana (106). La maggior parte dei feriti si è verificata in strade urbane (1.766), su Provinciali Statali/Regionali (925), altra strada urbana (648), in autostrada (35) e in altra strada extraurbana (164). Gli incidenti mortali si sono verificati su Provinciali Statali/Regionali (21), in strade urbane (15), altra strada urbana (14), in autostrada (7) e in altra strada extraurbana (1).

La maggior parte degli incidenti si verifica sui rettilinei, per guida distratta (454), mancato rispetto dei segnali (348) e distanza di sicurezza (329). I veicoli più coinvolti sono le auto (3.301) e moto (885). Il maggior numero di morti in moto (23), in auto (18) e su veicoli industriali e commerciali. Mediamente ogni giorno si verificano circa 540 incidenti, il sabato 630.

Sono morte 20 persone dai 18 ai 29 anni in orario notturno (ore 22-06) e 18 (dai 30 ai 54), fasce di età dove si registrano anche la maggior parte dei feriti. Sono morti 52 maschi e 7 femmine, i feriti sono stati 2.566 maschi e 1.253 femmine.

Il Presidente Automobile Club

«È preoccupante questo aumento degli incidenti stradali e in particolare dei morti e dei feriti. ha affermato il Presidente dell’Automobile Club Salerno -. I costi umani e sociali sono elevatissimi. Bisogna con urgenza investire in sicurezza delle strade e soprattutto diffondere una vera e propria cultura della sicurezza. Le misure previste nel nuovo codice della strada in approvazione potrebbero essere molto utili, ma l’attenzione alla guida deve essere una priorità per ognuno».

Il direttore Aci

E Giovanni Caturano, direttore dell’Aci Salerno ha aggiunto: «Continueremo nelle nostre iniziative, prioritariamente nelle scuole e tra i giovani, per diffondere la cultura della sicurezza, visto che proprio i giovani sono tra le vittime maggiori di incidenti stradali. In più sono necessari interventi sulle strade, con limitazioni della velocità, e interventi anche per assicurare il rispetto del codice della strada».