Nocera e Pagani. Omicidio suicidio in Piemonte, due comunità sotto shock

Accecato da una folle gelosia e dalla scoperta di una presunta relazione extraconiugale, Agostino Annunziata ha afferrato un coltello e ha colpito alla gola, uccidendola, la 32enne Annalisa D’Auria.

Accecato da una folle gelosia e dalla scoperta di una presunta relazione extraconiugale, Agostino Annunziata, 36enne originario di Pagani, ha così afferrato un coltello da cucina e ha colpito alla gola, uccidendola, la 32enne Annalisa D’Auria, raggiunta da un fendente nella loro abitazione di Rivoli, Torino.

Dopo l’orribile gesto, l’uomo ha preso la figlia di tre anni e si è recato al suo posto di lavoro, la Massifond, un’azienda del settore automobilistico situata a Orbassano

Qui, ha affidato la piccola a un collega, dopodiché si è tolto la vita gettandosi da un silos. Le indagini sono in corso da parte dei carabinieri per ricostruire la dinamica dell’accaduto.

La vittima, Annalisa D’Auria, aveva 32 anni ed era originaria di Nocera Inferiore. Viveva a Rivoli con il marito, originario di Pagani, e la loro figlia di tre anni.

Le comunità, come scrive Sarnonotizie.it, di Pagani e Nocera Inferiore sono sotto shock per l’accaduto. I due erano molto conosciuti.