Angri. Nasce il “Polo Territoriale di Psicologia”, la soddisfazione dell’assessore.

“Un grande lavoro, dice l’assessore - svolto con la Società Consortile “Comunità Sensibile” che ringrazio per la professionalità e la sensibilità ad ascoltate i nostri bisogni che poi si trasformano in progetti sociali importanti.

Maria D'Aniello
Maria D'Aniello

L’ Assessore alle Politiche sociali del Comune di Angri comunica la nascita ad Angri del “Polo Territoriale di Psicologia”.

“Un grande lavoro, dice l’assessore – svolto con la Società Consortile “Comunita’ Sensibile” che ringrazio per la professionalità e la sensibilità ad ascoltate i nostri bisogni che poi si trasformano in progetti sociali importanti.

I servizi

Il Polo Territoriale di Psicologia comprende servizi fondamentali da tempo attesi sul territorio tra i quali: un centro servizi per la famiglia a favore di famiglie e minori che vivono situazioni di fragilità famigliare e personale, con interventi socio-educativi, servizio di mediazione familiare per i genitori che decidono di separarsi e vivono le difficoltà della separazione.

Un servizio di rafforzamento alle capacità genitoriali, un vero supporto di affiancamento per dare voce alle difficoltà e preoccupazioni comuni nei confronti dei figli.

Uno sportello Informa Famiglie per consulenza educativa, di coppia, un servizio per l’Adolescenza e infine un servizio in favore di minorenni e adulti nei percorsi processuali.

Il Servizio Affidi e Adozioni, sostegno e adozioni alle famiglie adottive e presa in carico.

Il Centro Antiviolenza che offre consulenza e supporto alle donne sole o con figli, vittime di violenza, di maltrattamenti fisici, psicologici, stalking, stupri e abusi sessuali.

Il centro garantisce un servizio e un numero telefonico h24, ascolto, accoglienza, assistenza psicologica, assistenza legale e orientamento al lavoro in rete con il Centro per l’impiego.

Le conclusioni dell’assessore

“Un traguardo sociale importante  che è in grado di cambiare migliorare la vita sociale del territorio fatta tante volte di disagio e povertà educativa. Un lavoro appassionante e di grande sensibilità con Comunità Sensibile e l’Amministrazione Comunale. Un lavoro certosino e di grande collaborazione con  il CDA, la Dottoressa Dell’Aversano coordinatrice e tutto lo staff di Comunità Sensibile. I sogni sono certezze, non proclami ma fatti concreti, felice e orgogliosa di tutto ciò”.