Sant’Antonio Abate. Il 25 novembre e le iniziative per l’educazione emotiva

Contrastare il sessismo a scuola: Il 25 novembre e le iniziative per l'educazione emotiva

Violenza di genere ed educazione emotiva - Agro24
Violenza di genere ed educazione emotiva - Agro24
Contrastare il sessismo a scuola: Il 25 novembre e le iniziative per l’educazione emotiva

Nel contesto del 25 novembre, gli studenti delle scuole locali hanno abbracciato con spontaneità il tema dell’educazione emotivo – sentimentale. Attraverso disegni, flashmob, esposizioni, letture e dialoghi con le Garanti delle donne vittime di violenza, insieme a professionisti di Voce di Donna e del Centro Antiviolenza, si è generato un dibattito significativo.

La scuola agenzia di primaria educazione

In collaborazione con le Istituzioni Scolastiche e gli Assessori Luisanna Vanacore e Catello Di Risi, si è fornito un contributo essenziale per contrastare il sessismo fin dalla scuola primaria. L’obiettivo è evidente: “demolire gli stereotipi che denigrano la figura femminile, promuovendo valori di rispetto” dice la sidanco Ilaria Abagnale.

Educare le nuove generazioni a modelli positivi

“Un ringraziamento speciale ai Dirigenti Scolastici degli I.C. “E. Forzati” e “Mosè Mascolo”, la professoressa Paola Vigogna e il professore Francesco Saverio Patrizio, per l’integrazione del dibattito sulla violenza di genere. Educare le nuove generazioni a esprimere emozioni, diffondere la cultura del consenso e rinnegare quella dello stupro è imperativo. Dove c’è controllo, finisce l’amore. Entrambe le scuole hanno svolto un eccellente lavoro, apportando tranquillità alle famiglie. Siamo sulla strada giusta per un cambiamento positivo” conclude Abagnale.

Natalia Pepe