Sarno: sostegno regionale alle attività commerciali, parla Squillante

Il Comune di Sarno ha annunciato un nuovo provvedimento a sostegno delle attività commerciali locali

Francesco Squillante - Agro24
Francesco Squillante - Agro24
Sarno: sostegno regionale alle attività commerciali, parla Squillante

Il Comune di Sarno ha annunciato un nuovo provvedimento a sostegno delle attività commerciali locali, offrendo un fondo a fondo perduto come ristoro per fronteggiare gli effetti negativi legati all’emergenza epidemiologica da COVID-19. L’Assessore alle Attività Commerciali, Suap e Bilancio, Francesco Squillante, ha sottolineato l’importanza di questo provvedimento nel fornire un supporto concreto alle famiglie e alle imprese colpite dalle chiusure e dai rincari delle materie prime.

Determinazione

Squillante ha evidenziato l’andamento positivo del percorso avviato, con particolare menzione al successo del Distretto Urbano del Commercio a Sarno. Ha dichiarato: “Continuiamo con determinazione su questa strada che sta dando grandi risultati, ed è stato un passo fondamentale quello della nascita del Distretto Urbano del Commercio a Sarno. C’è ancora da fare, e l’impegno resta costante così come il confronto con tutte le categorie e i cittadini.”

Il riconoscimento

Il provvedimento, riconosciuto con D.D. n. 1086 del 26.10.2023, consente ai commercianti di Sarno di beneficiare di un contributo a fondo perduto per ristorare le proprie attività. Squillante ha commentato: “Sono ovviamente molto soddisfatto di questa nuova iniziativa da parte del governo regionale a favore delle attività commerciali. Lo sono anche i commercianti, perché ciò determinerà una nuova boccata di ossigeno e la capacità di nuovi investimenti, in un momento come questo che è di ulteriore rilancio.”

L’obiettivo

L’Assessore ha concluso sottolineando l’obiettivo costante di essere vicini alle esigenze della comunità sarnese, dialogando con i cittadini e cercando soluzioni attraverso progettualità e l’accesso a finanziamenti. Il Comune mira a promuovere lo sviluppo territoriale, offrendo concrete opportunità anche per i giovani imprenditori.

Natalia Pepe