Maltempo. Strade allagate: Sarno e Scafati in ginocchio

L’Agro costretto a fare i conti col maltempo delle ultime ore: Sarno e Scafati alle prese con strade e sottopassi completamente allagati

Scafati, gli allagamenti a Piazza Garibaldi
Scafati, gli allagamenti a Piazza Garibaldi
Maltempo. Strade allagate: Sarno e Scafati in ginocchio

L’Agro costretto a fare i conti col maltempo delle ultime ore: Sarno e Scafati alle prese con strade e sottopassi completamente allagati. I Comuni guidati dalla sindaco facente funzione Eutilia Viscardi e dal collega Pasquale Aliberti hanno attivato il Centro operativo comunale per evitare disagi provocati dall’allagamento di arterie fondamentali per il transito dei veicoli in tutto il territorio.

Situazioni critiche: Sarno

Dopo ore di piogge consistenti – soprattutto nella serata di domenica – diverse zone delle due città sono rimaste completamente paralizzate. A Sarno è stato segnalato l’allagamento del sottopasso di via Starzella, a poche centinaia di metri dal centro storico cittadino. Un problema per il quale l’amministrazione sta correndo ai ripari con una serie di progetti specifici per aumentare la capacità di gestione e deflusso delle acque. Il Centro Operativo Comunale, convocato dalla prima cittadina, ha provveduto a liberare il sottopasso dall’acqua stagnante. Un’operazione durata diverse ore che ha permesso solo in nottata la riapertura al traffico.

Scafati

A Scafati le precipitazioni hanno di nuovo allagato mezza città dal centro alla periferia a causa anche delle esondazioni di canali come il Controfosso destro e il Rio Sguazzatorio. La forza dei fenomeni atmosferici ha infatti completamente paralizzato i collegamenti con San Marzano sul Sarno attraverso via Lo Porto, fino a piazza Garibaldi, a cento metri dal palazzo comunale. I residenti hanno visto i loro garage e le cantine allagate dall’acqua, con l’ente comunale che ha predisposto interventi di natura straordinaria con espurghi per pulire le strade da acqua e fango. La mole d’acqua scesa dai monti infine ha trasportato con sé anche ingenti quantità di rifiuti solidi, che sono stati prontamente rimossi nella giornata di ieri all’altezza di via Longole, una delle zone maggiormente paralizzate da fenomeni del genere.

Alfonso Romano