Sarno al voto. Lacerazioni e fratture nel centro destra

Sarno al voto. Lacerazioni e fratture nel centro destra. Il candidato di Forza Italia isolato dagli alleati. Riaperti i giochi di posizionamento

Giovanni Cocca - Agro24
Giovanni Cocca - Agro24
Sarno al voto. Lacerazioni e fratture nel centro destra. Il candidato di Forza Italia isolato dagli alleati. Riaperti i giochi di posizionamento

Non terminano le scosse politiche a Sarno in vista delle prossime elezioni comunali. Salta definitivamente la candidatura di Domenico Crescenzo con Forza Italia dopo l’abbandono anche di Noi Moderati che appoggerà il candidato sindaco di Fratelli D’Italia, Giovanni Cocca. Un evento giunto dopo la decisione della Lega di appoggiare la coalizione di Cocca voltando le spalle a Crescenzo.

Gli appelli

Fratelli D’Italia dopo tanti appelli di unità è stata capace in poche settimane di aumentare la propria forza politica all’interno della coalizione a supporto di Cocca. Circostanze che hanno scatenato una reazione a catena che ha portato Forza Italia a proporre, in maniera perlomeno informale, alla controparte del centrodestra una nuova ipotesi primarie.

La scelta

Una scelta che stavolta non sarebbe stata sgradita a buona parte dei fedelissimi del partito di Giorgia Meloni, che non hanno avuto però bisogno di compiere l’ultimo passo in favore dei berlusconiani per raggiungere un candidato unico del centrodestra. L’ipotesi, sempre più consistente, è finita nella discussione interna di Noi Moderati, che per evitare qualsiasi scontro politico a pochi mesi dalle elezioni ha deciso di anticipare i tempi, esprimendo nelle ultime parole il nuovo sostegno al candidato sindaco Giovanni Cocca.

Diatriba infinita

Di base ovviamente per il partito guidato in città da Maria Rosaria Aliberti ci sono idee vicine politicamente e la convinzione di poter puntare a un ottimo risultato, ma l’avanzamento di fatto ha chiuso ogni possibilità di primarie da parte di Forza Italia con un Domenico Crescenzo ”bruciato” in un valzer di posizionamenti. «Alla luce degli ultimi episodi, ringrazio coloro che mi hanno proposto con forza ma non ravvisando le condizioni politiche ritiro la mia disponibilità alla candidatura a sindaco », sono state le poche parole utilizzate dall’attuale consigliere comunale FI in una nota, contemporanea di fatto alla scelta di Noi Moderati. Ma la diatriba del centrodestra non è finita qui. C’è infatti ancora da scoprire quale sarà il futuro di Crescenzo, il più votato nelle opposizioni come consigliere alle scorse amministrative, e di Forza Italia. Il partito di centrodestra ha infatti provato a mantenere una posizione politica espressione del voto locale sperando vanamente in un’imposizione anche della dirigenza sovracomunale, che non ha mantenuto il pugno della situazione mentre le controparti tessevano accordi anche a Salerno. Tensioni che quindi al momento creano un vero rischio di spaccatura, con politici in libera uscita e in una geografia di migrazione tutta da scrivere. Fratelli D’Italia nel frattempo continua a rimanere alla finestra e aggrega quanti più alleati possibili.

Alfonso Romano