Sarno. Supporto e assistenza ai profughi c’è la proroga

Progetto Sai a Sarno, i fondi nazionali di fine 2023 garantiscono la prosecuzione del servizio sociale nei confronti di 65 famiglie di migranti

Sarno Comune
Sarno Comune
Sarno. Supporto e assistenza ai profughi c’è la proroga

Progetto Sai a Sarno, i fondi nazionali di fine 2023 garantiscono la prosecuzione del servizio sociale nei confronti di 65 famiglie di migranti. L’ente sarnese e le realtà sociali avevano espresso preoccupazione per il ritardo del rinnovo dei fondi da parte del Governo Meloni, nei prossimi mesi continueranno gli attuali operatori in vista di un nuovo Accordo Quadro. Nelle ultime ore gli uffici comunali hanno pubblicato una determina che garantirà ancora per le prossime settimane un progetto che vale quasi un milione di euro l’anno. Nello specifico si tratta di un intervento programmato nel triennio 2023-25 con un importo pari ad 925 275 euro all’anno, per 65 beneficiari e un costo pro-die e pro-capite pari a 39 euro come leggibile nella determina.

L’evento

All’ultimo evento organizzato da istituzioni, operatori sociali e migranti si è avuto modo di approfondire il largo raggio di servizi offerti dal progetto d’integrazione, minato però alla fine del 2023 dalle alcune necessità. La co-progettazione infatti è subordinata all’effettivo finanziamento anno per anno da parte del Ministro dell’Interno, arrivato solo negli ultimi giorni dell’anno ma costringendo di fatto a un lieve ritardo all’amministrazione nella ratifica di un nuovo Accordo Quadro per il 2024. Da qui la necessità di prorogare per altri tre mesi le attuali cooperative in attesa della conclusione della scrittura delle pratiche di un nuovo Accordo che garantirebbe il servizio addirittura fino al 2026.

Alfonso Romano