Il Comune di Sant’Egidio del Monte Albino finanzia il Carnevale

Il Comune di Sant'Egidio del Monte Albino finanzia il Carnevale per le sfilate a Orta Loreto, ora territorio di Pagani

Carnevale Orta Loreto
Carnevale Orta Loreto
Il Comune di Sant’Egidio del Monte Albino finanzia il Carnevale per le sfilate a Orta Loreto, ora territorio di Pagani

Nell’ex zona contesa di Orta Loreto arriva il Gran Carnevale. Da questo week end sono in programma una serie di eventi della tradizionale festa della contrada, spaccata in due dalla scorsa estate per effetto della sentenza del Consiglio di Stato che ha assegnato al Comune di Pagani gran parte dell’area; ma a finanziare le associazioni continua però a essere il Comune di Sant’Egidio del Monte Albino.

Battaglia per l’identità

Continua dunque la battaglia d’identità dei cittadini di Orta Loreto, manifestata attraverso l’organizzazione della storica rassegna carnevalesca. A scendere in strada a partire dal prossimo 4 febbraio cinque coloratissimi carri, adornati con figure riconoscibili per bambini e adulti, toccando anche temi attuali come la digitalizzazione e l’inquinamento delle acque.

Le associazioni

Le associazioni coinvolte hanno trovato ancora una volta un appoggio fondamentale dal Comune di Sant’Egidio del Monte Albino, che ha riservato per l’iniziativa attraverso fondi regionali un contributo di 20mila euro per aiutare gli sforzi di una comunità che dedica il proprio tempo all’allestimento dei carri, ma anche per iniziative culturali legate proprio alle prossime settimane.

Una parte di Pagani

Gran parte di Orta Loreto però è diventata dalla scorsa estate territorio di Pagani, comportando agli organizzatori uno sforzo duplice in termini di autorizzazioni e permessi visto il passaggio del corteo tra i due comuni. L’organizzazione del Gran Carnevale diventa così l’ennesima dimostrazione di un rapporto sociale, politico e istituzionale radicato tra la comunità di Orta Loreto e il comune di Sant’Egidio del Monte Albino, che continua a lavorare per presentare un referendum popolare che possa rovesciare quanto stabilito dal Consiglio di Stato.

Carpentieri

«L’amministrazione, grazie al lavoro del consigliere regionale Nunzio Carpentieri, ha messo in campo questi finanziamenti per il Gran Carnevale e altre iniziative per continuare a custodire una tradizione locale che affonda le sue radici nel comune di Sant’Egidio – ha spiegato il consigliere comunale Antonio Abbagnara – Si tratta di una organizzazione con oltre un centinaio di ragazzi a lavoro dall’autunno, un momento aggregativo e culturale che continueremo a promuovere ».

Alfonso Romano