Spaccio di droga ed estorsione nel Cilento, 16 arresti

L'azione coinvolgeva 16 persone indagate per reati legati a spaccio di stupefacenti, estorsione e detenzione illegale di armi e munizioni.

Questa mattina, i Carabinieri di Agropoli, guidati dal Capitano Giuseppe Colella, insieme al Nucleo Cinofili di Sarno, al Comando Provinciale di Salerno e alla Compagnia di San Marco Argentano (Cosenza), hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Salerno. L’azione coinvolgeva 16 persone indagate per reati legati a spaccio di stupefacenti, estorsione e detenzione illegale di armi e munizioni.

Il provvedimento si basava su gravi indizi di colpevolezza, evidenziando la creazione di una rete di spaccio che dal territorio ebolitano trasferiva varie sostanze stupefacenti (cocaina, crack, hashish, e marijuana) a Capaccio Paestum. Qui, venivano cedute a consumatori locali di Agropoli, Eboli, Campagna, Battipaglia ed Avellino.

L’indagine della Sezione Operativa di Agropoli ha portato al recupero di oltre un chilogrammo di droga e ha evidenziato attività di spaccio anche nella Casa circondariale “Antonio Caputo” di Salerno, dove la droga veniva introdotta durante i colloqui. Sette indagati sono stati incarcerati, mentre gli altri nove sono ai domiciliari. L’accusa include anche un episodio estorsivo per recuperare denaro derivante da precedenti cessioni di stupefacente.