Angri. Sacchetto nero selvaggio, la fase morbida di contrasto

L'Azienda Speciale Angri Eco Servizi introduce una "fase morbida" nel contrastare il conferimento dei sacchetti neri

Salvatore Mercurio 1 - Agro24
Salvatore Mercurio 1 - Agro24
Angri. Sacchetto nero selvaggio, la fase morbida di contrasto

“La promozione di pratiche di gestione dei rifiuti sostenibili è cruciale per il benessere ambientale della nostra comunità” è questo l’annuncio dell’Azienda Speciale Angri Eco Servizi come premessa all’introduzione di una “fase morbida” nel contrastare il conferimento dei sacchetti neri.

L’Azienda Speciale Angri Eco Servizi, responsabile della gestione dei rifiuti sul territorio angrese, ha deciso di lasciare per strada i sacchetti contenenti rifiuti non conformi alla raccolta differenziata, in stretta collaborazione con l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Angri guidato da Salvatore Mercurio. Questa azione mira non solo a garantire il rispetto delle normative ambientali, ma anche a promuovere comportamenti più responsabili e sostenibili tra i cittadini.

“La recente decisione di Angri Eco Servizi riflette la nostra determinazione nell’affrontare l’emergenza rifiuti in modo proattivo e educativo. È fondamentale che ogni cittadino comprenda l’impatto delle proprie azioni sulla salute dell’ambiente e sulla qualità della vita nella nostra città” sottolinea la nota dell’azienda.

L’importanza dell’iniziativa

Nella stessa nota, l’Azienda Speciale Angri Eco Servizi ha ribadito l’importanza di questa iniziativa: “Confidiamo che le scene indecorose degli ultimi giorni, compresi i cumuli di rifiuti erroneamente conferiti, invoglino i cittadini a riflettere sulle conseguenze ambientali e di decoro della città. Questo passo è fondamentale per promuovere un cambiamento culturale verso pratiche di gestione dei rifiuti più sostenibili.”

Sensibilizzazione

La decisione dell’Azienda Speciale Angri Eco Servizi, oltre a cercare di risolvere l’emergenza rifiuti, mira a sensibilizzare i cittadini sull’importanza della corretta gestione dei rifiuti e a prepararli all’introduzione del nuovo calendario di conferimento. Si prevede che questa azione venga affiancata da una maggiore vigilanza da parte degli organi competenti e da una massiccia campagna di sensibilizzazione.

Educare all’ambiente

A margine, l’Assessore Salvatore Mercurio ha messo in evidenza l’importanza dell’educazione ambientale nella costruzione di una comunità più consapevole e responsabile nei confronti dell’ambiente che la circonda, principi imprescindibili.

Natalia Pepe