Gragnano. Fototrappole con l’incontrollato conferimento del sacchetto selvaggio

Gragnano combatte una battaglia contro l'abbandono selvaggio dei rifiuti. L'amministrazione comunale ha preso una posizione decisa

Nello D'Auria sindaco di Gragnano
Nello D'Auria sindaco di Gragnano
Gragnano. Fototrappole con l’incontrollato conferimento del sacchetto selvaggio

Gragnano combatte una battaglia contro l’abbandono selvaggio dei rifiuti. L’amministrazione comunale ha preso una posizione decisa: il ricorso all’utilizzo delle “fototrappole” per individuare e sanzionare coloro che trasgrediscono le norme ambientali. I dispositivi sono stati posizionati strategicamente in varie zone della città, comprese le aree ad alta densità abitativa e l’area del bordo di Aurano.

Tolleranza zero

Il sindaco Nello D’Auria ha ribadito che la tolleranza zero è stata una priorità fin dall’inizio del suo mandato. L’abbandono indiscriminato dei rifiuti danneggia l’ambiente e compromette il benessere sociale della comunità. Chi verrà identificato attraverso le fototrappole sarà soggetto a sanzioni pecuniarie in piena conformità con la legislazione vigente.L’amministrazione si impegna a perseguire legalmente coloro che violano le norme ambientali, invitando i cittadini a collaborare attivamente per una gestione responsabile dei rifiuti e ad adottare comportamenti rispettosi dell’ambiente.

L’appello del sindaco

Il sindaco lancia un appello alla responsabilità e al rispetto dell’ambiente, invitando tutti i cittadini a partecipare attivamente nella tutela del territorio. Gragnano merita rispetto e la collaborazione di tutti è fondamentale per garantire un ambiente sano e pulito per le generazioni future.

Natalia Pepe