Scafati. Bilancio approvato ma tre della maggioranza “marcano visita”

I consiglieri del gruppo “Scafati Rinasce” Gennaro Avagnano, Ciliberti e Barone non hanno partecipato al Consiglio, presentando certificati medici e giustificazioni

Pasquale Aliberti - Agro24
Pasquale Aliberti - Agro24
Scafati. Bilancio approvato ma tre della maggioranza “marcano visita”

Il consiglio comunale di Scafati approva il bilancio previsionale 2024-2026. Al termine di una seduta di assise durata fino a notte fonda la maggioranza con i 13 voti necessari delibera il documento economico che caratterizzerà l’azione di palazzo Mayer nei prossimi anni. Un lavoro che il sindaco Pasquale Aliberti descrive come risultato di un grande confronto tra le varie parti che animano maggioranza e minoranza, nonostante il blocco in sede di discussione di decine di emendamenti presentati in particolare dagli esponenti di sinistra.

Aliberti: “Volevo fosse un bilancio democratico”

«Abbiamo dialogato, abbiamo ragionato, ci siamo confrontati, il bilancio è stato discusso in circa trenta commissioni consiliari. Volevo fosse un bilancio democratico e condiviso, per questo tutti gli argomenti sono stati inviati alla minoranza con gli allegati in tempo per essere letti, garantendo la massima partecipazione alla sua approvazione », spiega Aliberti, che non manca di mandare una stoccata all’opposizione: «Dispiace che la disponibilità non sia stata colta, invece, dalla minoranza e che si sia ancora una volta cercata la polemica utilizzando un linguaggio violento e aggressivo».

Il segnale: assenze pesanti

I consiglieri del gruppo “Scafati Rinasce” Gennaro Avagnano, Raffaele Ciliberti e Assunta Susy Barone non hanno partecipato al Consiglio, presentando certificati medici e giustificazioni di carattere familiare. Dietro però le comunicazioni si nasconde l’inizio di qualche attrito per il gruppo di maggioranza con il resto degli alleati, che sono riusciti ad approvare il previsionale con il numero minimo di voti favorevoli necessari del caso.

Alfonso Romano