Nasce con una malformazione: bimba e madre salvate dai medici del Ruggi di Salerno

Il dottor Polichetti ha sottolineato l'eccezionalità di questo evento e l'importanza di una gestione competente per evitare complicazioni.

I medici dell’ospedale Ruggi di Salerno hanno compiuto un atto straordinario salvando una donna di 38 anni e sua figlia neonata. La neonata è nata con una grave malformazione che ha messo a rischio il parto, ma grazie al Reparto di Gravidanza a Rischio dell’Azienda Ospedaliera Universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno“, diretto dal dottor Mario Polichetti, entrambe sono state salvate.

La neonata è affetta da una rara condizione genetica chiamata “Situs inversus”, che comporta un collocamento anomalo degli organi del torace e dell’addome. Nonostante questa sfida, la bambina è nata senza problemi ed è attualmente sotto cure nel reparto di Neonatologia, diretto dalla dottoressa Graziella Corbo, per ulteriori controlli. La madre può presto riabbracciare la sua piccola, che pesa quasi tre chili.

Il dottor Polichetti ha sottolineato l’eccezionalità di questo evento e l’importanza di una gestione competente per evitare complicazioni, esprimendo orgoglio per il risultato positivo del parto.