Angri. E’ caccia agli incivili del sacchetto, i cittadini si attrezzano

Una foto che racchiude tutta la difficoltà dei cittadini a subire la scostumatezza e l'inciviltà. È caccia al furbetto

Angri. Rifiuti. Lotta al sacchetto selvaggio - Agro24
Angri. Rifiuti. Lotta al sacchetto selvaggio - Agro24
Angri. È caccia agli incivili del sacchetto, i cittadini si attrezzano

Una foto che racchiude tutta la difficoltà dei cittadini a subire la scostumatezza e l’inciviltà. È questa l’immagine eloquente di una lotta, quasi impotente, della mancanza del supporto delle istituzioni locali. Il cartello affisso sulla cancellata nei pressi di via Santa Maria contiene un breve ma significativo messaggio scritto a penna che avverte della presenza di una telecamera contro i “conferitori seriali di rifiuti”. Da mesi, proprio questo luogo, ripulito definitivamente dai bidoni della raccolta di vetro e metalli, è stato teatro di un costante conferimento di ogni genere di rifiuti, lasciati in modo sconsiderato e abusivo. Simbolo tangibile della frustrazione e della stanchezza della comunità cittadina di fronte all’immondizia e alla mancanza di controlli adeguati.

Più controlli

I cittadini da tempo chiedono l’installazione di telecamere e foto trappole per individuare i trasgressori che, senza alcun riguardo e impuniti, conferiscono rifiuti di ogni genere e a ogni ora della giornata. L’assessore delegato all’ambiente Salvatore Mercurio ha precisato, in precedenza, che presto verrà adottata una linea più drastica per affrontare il problema e in vita i cittadini a segnalare ogni possibile abuso. Si prevede un’imminente stretta sui controlli, con l’obiettivo di individuare il maggior numero possibile di incivili e di applicare sanzioni amministrative.

Un richiamo alla responsabilità

Questa immagine coniugata alle parole dell’assessore sono un richiamo alla responsabilità individuale e alla necessità di un impegno collettivo per preservare l’ambiente e mantenere il paese pulito e decoroso.

Natalia Pepe