Angri. Cercasi cuoco disperatamente, ecco perchè

Angri. Esercenti e gestori manifestano crescente preoccupazione di fronte alla carenza di personale qualificato

Cuochi e camerieri - Agro24
Cuochi e camerieri - Agro24

Angri. Cercasi cuoco disperatamente, ecco perchè

Lavoro. La crisi nel settore ristorativo nell’agro nocerino sarnese: ad Angri, la situazione si fa critica con esercenti e gestori che manifestano crescente preoccupazione di fronte alla carenza di personale qualificato. La mancanza di cuochi, pizzaioli e soprattutto camerieri sta mettendo a repentaglio la continuità operativa di numerose attività, molte delle quali sono già state messe in vendita anche a causa della prolungata crisi pandemica e della lievitazione dei costi di gestione.

Una crisi che parte da lontano

Questa carenza non solo evidenzia una difficoltà nel reperire manodopera, ma solleva anche interrogativi sulle dinamiche di attrattività e retention del settore nell’area. L’offerta di lavoro non riesce a soddisfare la crescente domanda, mettendo ulteriormente sotto pressione gli esercenti che faticano a mantenere un livello adeguato di servizio.

Il supporto

L’azione dell’Agenzia per l’Impiego, che ha lanciato un appello rivolto ai giovani professionisti e agli apprendisti, si configura come una risposta urgente a questa emergenza, tuttavia, evidenzia la necessità di un intervento più ampio e strutturato per rivitalizzare e dare nuovo slancio al settore.

Una sfida economica

Questa crisi non solo rappresenta una sfida economica per gli imprenditori locali, ma mina anche la vitalità della comunità, poiché il settore ristorativo non è solo un’importante fonte di reddito, ma anche un punto di incontro e socializzazione complessivo. Fondamentale resta adottare misure mirate per rilanciare l’attrattività e la competitività del comparto, al fine di garantire la sostenibilità economica e sociale dell’intera comprensorio e non solo di Angri.

Natalia Pepe