Scafati. Riciclaggio: sequestro da oltre 50 milioni e 9 arresti

L’ordinanza è stata eseguita dai finanzieri della Compagnia di Scafati, con la collaborazione di altri reparti

Guardia di Finanza Scafati
Guardia di Finanza Scafati

I finanzieri del Comando provinciale di Salerno hanno eseguito un’ordinanza emessa dal gip del Tribunale di Nocera Inferiore su richiesta della Procura nocerina, che dispone arresti in carcere e ai domiciliari per 9 persone, e il divieto di dimora per un altro indagato. È stato inoltre emesso un decreto di sequestro preventivo per oltre 54 milioni di euro, con sequestri immobiliari in provincia di Salerno e sequestri di valori e beni nelle province di Roma, Milano, Caserta, Napoli, Avellino, Novara, Frosinone e Varese.

L’operazione

L’operazione, denominata “Alveare”, coinvolge 64 persone fisiche e 28 società. Le indagini condotte dalla Procura di Nocera Inferiore e dalle Fiamme Gialle hanno rivelato un’organizzazione con una base logistica e ramificazioni in Italia e all’estero, finalizzata principalmente a compiere reati fiscali. Questa organizzazione gestiva e controllava un gruppo di società prive di reale struttura organizzativa e capacità operativa, emettendo e utilizzando fatture per operazioni inesistenti e fornendo liquidità in contanti a imprenditori conniventi.

I reati

I reati contestati includono associazione per delinquere, riciclaggio, frode fiscale, truffa aggravata ai danni dello Stato, falso materiale commesso da persone esercenti un servizio di pubblica necessità e responsabilità amministrativa da reato degli enti. L’ordinanza è stata eseguita dai finanzieri della Compagnia di Scafati, con la collaborazione di altri reparti della Guardia di Finanza, militari specializzati dello Scico e unità cinofile cash dog.