San Marzano. Picchiava e minacciava i genitori: condannato a 3 anni e 8 mesi

Un giovane di 22 anni di San Marzano sul Sarno è stato condannato a 3 anni e 8 mesi di reclusione

san marzano carabinieri
san marzano carabinieri

Un giovane di 22 anni di San Marzano sul Sarno è stato condannato a 3 anni e 8 mesi di reclusione per maltrattamenti, lesioni ed estorsione nei confronti della propria famiglia. La sentenza è stata emessa di recente dal tribunale di Nocera Inferiore.

L’indagine

Secondo le accuse, il ragazzo avrebbe aggredito ripetutamente i genitori per ottenere piccole somme di denaro. Le aggressioni avvenivano spesso a mani nude, ma in alcune occasioni ha utilizzato una sciabola e un coltello, rendendo la vita dei genitori difficile e dolorosa. La famiglia ha riferito di un episodio in cui il giovane ha colpito il loro cane con un calcio e ha minacciato di morte i genitori dopo aver scoperto che lo avevano denunciato ai carabinieri. I fatti si sono svolti tra il 2013 e il 2014.