Miracolo a Nocera Superiore attribuito al giovane Beato Carlo Acutis

Presunto miracolo attribuito al già beato Carlo Acutis

Nocera Superiore è in fermento per ciò che alcuni considerano un autentico miracolo attribuito al beato Carlo Acutis. Il parroco della parrocchia di San Michele Arcangelo, Don Giuseppe Perone, ha condiviso durante la messa domenicale il racconto di quanto accaduto subito dopo l’annuncio della prossima santificazione del giovane beato da parte di Papa Francesco.

Secondo quanto riportato, una donna della comunità della frazione di Croce Malloni, nel corso della messa, avrebbe sperimentato una improvvisa guarigione, avvertendo un freddo ai piedi che si è propagato in tutto il corpo, liberandola dall’uso delle stampelle.

La commozione e l’emozione della comunità

Questo evento straordinario ha suscitato grande commozione e speranza tra i fedeli, che hanno accolto la notizia con un fragoroso applauso. Il parroco stesso ha espresso la sua gioia suonando le campane a festa e un giovane devoto, Alessandro, ha festeggiato con fuochi pirotecnici in segno di gioia.

La comunità nocerina, già devota al beato Acutis e custode di una sua reliquia, ha accolto con entusiasmo la notizia della sua santificazione imminente.

La Chiesa, essendo cauta sui presunti miracoli, si riserva il diritto di approfondire e valutare attentamente ogni caso attraverso esperti selezionati in base alle loro competenze scientifiche.

La madre del beato, Antonia Salzano, si è però recata al Santuario della Madonna di Pompei per ringraziare la Vergine, dove ha probabilmente ricevuto notizia del presunto miracolo avvenuto a Nocera Superiore.

Foto: Avvenire

Fonte: La Città