Paura durante il trasferimento di un neonato dall’ospedale di Nocera Inferiore: mezzi obsoleti

Necessario intervenire per migliorare il parco mezzi e assicurare un adeguato livello di sicurezza e tempestività nei servizi di soccorso

Nocera Inferiore Ospedale Umberto I - Agro24
Nocera Inferiore Ospedale Umberto I - Agro24

Nocera Inferiore – Una situazione di grande apprensione si è verificata durante il trasferimento di un neonato dall’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore all’ospedale Monaldi di Napoli. Martedì scorso, un’ambulanza neonatale è improvvisamente andata in avaria sulla Tangenziale di Napoli, mettendo a rischio la vita del piccolo paziente.

Tanta paura ma lieto fine

Fortunatamente, grazie alla pronta reazione del personale sanitario e all’intervento di un secondo mezzo di soccorso inviato dall’ospedale nocerino, il neonato è stato prontamente trasferito con successo all’ospedale di destinazione. L’utilizzo di un’ambulanza equipaggiata con una seconda incubatrice ha garantito la sicurezza del trasporto, consentendo al bambino di arrivare al Monaldi insieme al medico e all’infermiere che lo accompagnavano.

Tuttavia, l’episodio ha sollevato nuovamente l’importante questione del rinnovamento dei mezzi di soccorso, già segnalata in passato dai sindacati del settore. La Cisl ha recentemente ribadito la necessità di dotare il Dea Nocera-Pagani-Scafati di nuove ambulanze, in particolare con caratteristiche specifiche per il trasporto di bambini e neonati.

L’incidente occorso durante il trasporto del neonato mette in luce l’urgenza di intervenire per migliorare il parco mezzi e assicurare un adeguato livello di sicurezza e tempestività nei servizi di soccorso. La speranza è che questa situazione acceleri l’auspicato rinnovamento e porti a una maggiore attenzione verso le esigenze dei pazienti, specialmente quelli più vulnerabili come i neonati.

Fonte: La Città