Pagani. Il Comune recupera 5 milioni di euro dai tributi evasi

Le casse dell’ente da anni non vivevano un potenziale economico così rilevante. Si registra una maggiore riscossione dei tributi

Raffaele Maria De Prisco - Agro24
Raffaele Maria De Prisco - Agro24
Pagani. Il Comune recupera 5 milioni di euro dai tributi evasi

Il Comune di Pagani approva il rendiconto finanziario in consiglio comunale, le casse dell’ente da anni non vivevano un potenziale economico così rilevante. La maggiore riscossione dei tributi permetterà nei prossimi mesi all’Ente di Palazzo San Carlo di investire sui servizi in città, tasto dolente evidenziato dalle minoranze consiliari.

Conti in ordine

L’ultima seduta d’assise si è aperta con l’approvazione del rendiconto 2023, che ha rappresentato una salute economica dell’ente rifiorire nonostante la fase di dissesto finanziario che si perpetua ormai da cinque anni. Per il sindaco Lello De Prisco, il Comune di Pagani rappresenta, quasi paradossalmente visto lo stato limitato della macchina comunale, «uno dei comuni più ricchi dell’Agro», grazie all’importante lavoro svolto da politica e tecnici sia in termini di accumulo di risorse che di mancanza di sprechi.

Entrate raddoppiate

Arrivano dalle tasche dei contribuenti paganesi, come emerge dalla relazione puntuale letta dall’assessore delegato Carmen Ferraioli, quasi 5 milioni di tributi recuperati. Quasi il doppio rispetto all’anno precedente. Ciò ha permesso al contempo di ridurre il fondo dei crediti di dubbia esigibilità, evitando così eventuali perdite dolorose nei prossimi anni.

Un passo avanti

Le varie anime della minoranza consiliare non hanno potuto che constatare questo importante passo in avanti, ma proponendo comunque una lettura dei dati rapportata alle necessità del territorio. Gli interventi dei consiglieri comunali Fabio Petrelli, Anna Rosa Sessa, Vincenzo D’Amato e Aldo Cascone hanno segnalato come le tante risorse a disposizione non sono state seguite da un miglioramento dei servizi in città, in particolar modo su temi ritenuti nevralgici come pulizia delle strade e manutenzione. Sull’argomento bisogna aggiungere anche il caso relativo ai bilanci della società partecipata Sam, che come notificato dallo stesso Collegio dei Revisori dei conti sono assenti sia per il 2022 che per quanto riguarda il 2023.

Alfonso Romano