Il GEIE: Una Forma Giuridica per la Collaborazione Economica Europea

CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), quality = 75

Il Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE) è una struttura giuridica istituita dall’Unione Europea, ispirata al francese GIE (groupement d’intérêt économique). Il GEIE mira a facilitare la cooperazione internazionale, unendo conoscenze e risorse di aziende di almeno due Paesi membri dell’UE. Questa forma di collaborazione consente alle piccole e medie imprese di partecipare a progetti più ambiziosi rispetto a quanto potrebbero fare individualmente.

IL GEIE (Gruppo Europeo di Interesse Economico) in Bulgaria | Tayros  Consulting

Obiettivi e Finalità del GEIE

Sebbene il GEIE possa generare profitti, il suo scopo principale non è il lucro, ma piuttosto supportare le attività delle imprese partecipanti. Questo ausilio si manifesta attraverso la condivisione di risorse, competenze e la possibilità di accedere a mercati più ampi.

Requisiti e Costituzione

Un GEIE deve essere costituito da aziende di almeno due Stati membri dell’UE. Non è permesso alle aziende di Paesi terzi di partecipare. Al momento della costituzione, si può stabilire se il GEIE avrà una durata predeterminata. Il legislatore europeo concede notevole autonomia contrattuale alle parti, lasciando ai legislatori nazionali il compito di definire alcuni dettagli specifici. Questo permette ai singoli Paesi di adattare il GEIE alle proprie normative interne.

Regolamentazione e Giurisprudenza

Nonostante la normativa sui GEIE sia sostanzialmente uniforme in tutta l’UE, ciascun gruppo è soggetto alla giurisprudenza del Paese in cui ha sede. La sede legale deve essere dichiarata nell’atto costitutivo per evitare l’invalidità della costituzione. In alcuni Paesi, come la Francia, i GEIE sono assimilati a enti nazionali simili, mentre altrove sono stati creati gruppi nazionali di interesse economico appositi.

In sintesi, il GEIE rappresenta uno strumento flessibile e innovativo per promuovere la cooperazione economica transnazionale all’interno dell’UE, offrendo alle imprese europee un mezzo efficace per collaborare e competere su scala internazionale.