Torre del Greco. Uccise il figlio: assolta perchè incapace di intendere e di volere

Il bambino fu soffocato e portato in mare dalla madre la sera del 2 gennaio 2022 a Torre del Greco.

Adalgisa Gamba
Adalgisa Gamba

Non era in grado di intendere e di volere quando ha ucciso suo figlio Francesco, di appena due anni e mezzo: è stata assolta, ma resterà 15 anni in una struttura di cura sotto libertà vigilata. Lo hanno deciso i giudici della prima sezione della Corte d’Assise di Napoli, che poco fa hanno emesso la sentenza di assoluzione per Adalgisa Gamba, la 42enne accusata di aver ucciso il figlio.

Il bambino fu soffocato e portato in mare dalla madre la sera del 2 gennaio 2022 a Torre del Greco. Al termine della lettura della sentenza, il marito ha inveito contro la donna chiamandola “assassina, devi morire”. Alla chiusura del complesso iter processuale, che ha incluso diverse perizie psichiatriche, gli esperti hanno concluso che la donna non era in grado di intendere e di volere quella tragica sera. Così, il PM Andreana Ambrosino, che ha rappresentato l’accusa per la Procura di Torre Annunziata, stamattina ha chiesto l’assoluzione.