Torna la social card anti-povertà, come funzionerà in Campania

Questo contributo è destinato ai nuclei familiari con un ISEE non superiore a 15mila euro

Torna la social card anti-povertà, con un importo aumentato a 500 euro. Questo contributo è destinato ai nuclei familiari residenti in Italia, iscritti all’anagrafe comunale, con un ISEE non superiore a 15mila euro e non titolari di altre misure di sostegno al reddito. La somma può essere utilizzata per acquistare beni alimentari di prima necessità (escluse le bevande alcoliche) e carburanti, o in alternativa, per abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale.

Il decreto interministeriale (Agricoltura, Imprese, Lavoro e MEF) in 12 articoli dettaglia l’intervento, che interesserà circa 1,3 milioni di famiglie. Sono stati stanziati 600 milioni di euro per il 2024. Il contributo non spetta ai nuclei con percettori di assegno d’inclusione, reddito di cittadinanza, carta acquisti, o altre misure di inclusione sociale o sostegno alla povertà, né ai nuclei in cui almeno un componente riceve indennità di disoccupazione, mobilità o cassa integrazione.

“Dedicata a te”, le condizioni della card anti- povertà

La card “Dedicata a te” sarà erogata tramite carte elettroniche prepagate e ricaricabili di Poste Italiane, operative da settembre 2024. I comuni riceveranno dall’INPS l’elenco dei beneficiari, e comunicheranno le modalità di ritiro delle carte. Il primo pagamento deve avvenire entro il 16 dicembre 2024 e le somme devono essere utilizzate entro il 28 febbraio 2025. Il Ministero dell’Agricoltura promuoverà una campagna di comunicazione per informare i beneficiari.