A Castel San Giorgio l’incontro sul tema della ludopatia

L'incontro si terrà lunedì 17 giugno alle ore 18.00 presso Largo Santa Maria Addolorata, nella frazione Santa Croce di Castel San Giorgio

Lunedì 17 giugno alle ore 18.00, presso Largo Santa Maria Addolorata nella frazione Santa Croce di Castel San Giorgio, si terrà un incontro dal titolo Ludopatie tra vecchie e nuove dipendenze.

L’evento sarà un’occasione per discutere i dati dell’ultimo rapporto di Cgil e Federconsumatori sul gioco d’azzardo online, che hanno mostrato un quadro preoccupante per il comune di Castel San Giorgio, evidenziando una delle percentuali più alte d’Italia.

Tra i partecipanti all’incontro ci saranno esperti, rappresentanti del mondo del sindacato, delle istituzioni, delle associazioni, della sanità e dell’autorità giudiziaria. Interverranno Federico Esposito, esperto dell’Università Federico II di Napoli, Antonio De Maio, referente giovanile dell’associazione Santa Maria Addolorata, Giovanni Berritto, Presidente di Federconsumatori Campania, Giuseppe De Caro, referente dell’Associazione Libera Campania-Circolo Marcello Torre di Castel San Giorgio, il Procuratore del Tribunale di Nocera Inferiore, dott. Antonio Centore, e il Dott. Pietro Scurti, Dirigente Psicologo Psicoterapeuta del SerD ASL Napoli 2 Nord. Concluderà i lavori Franco Tavella, segretario generale SPI Campania.

Il progetto a lungo termine della sindaca Lanzara dedicato al contrasto delle ludopatie

Il sindaco Paola Lanzara ha dichiarato: «Come preannunciato all’indomani della diffusione del rapporto sul gioco d’azzardo online, siamo pronti a mettere in campo un’azione sinergica volta innanzitutto ad una lettura attenta dei dati e, contemporaneamente, ad avviare tutte quelle azioni volte a contrastare e prevenire il fenomeno».

Lanzara ha anche annunciato l’avvio di uno sportello dedicato alle ludopatie, in collaborazione con l’assessore alle Politiche Sociali Antonia Alfano, per offrire supporto a chi soffre di questa forma patologica di dipendenza.

L’incontro è aperto a tutte le associazioni del territorio, agli operatori socio-sanitari e assistenziali, ai medici di base di Castel San Giorgio e a tutti i cittadini interessati a questo grave problema sociale.