Scafati. Lite tra il sindaco Aliberti e il dirigente scolastico Falco

Il dirigente scolastico Domenico Coppola ha provato ad attirare l’attenzione sulle problematiche presenti nella scuola, suscitando le ire di Aliberti

Pasquale Aliberti - Agro24
Pasquale Aliberti - Agro24
Scafati. Lite tra il sindaco Aliberti e il dirigente scolastico Falco

Al Comprensivo “Samuele Falco”, un mese fa, un colpo tentato dai ladri ha provocato la rottura di una finestra; e un’aula ha gravi problemi di sicurezza. E così con un post sui social il dirigente scolastico Domenico Coppola ha provato ad attirare l’attenzione su alcune problematiche presenti nella scuola, suscitando però le ire di Aliberti.

Nel mirino dei ladri

Lo scorso 12 maggio la sede di via Trieste è finita nel mirino dei ladri: il colpo è stato sventato da due pattuglie della vigilanza privata. L’intrusione però ha provocato la manomissione dell’impianto luci e la rottura di una finestra all’interno di un’aula, costringendo la dirigenza scolastica a chiedere l’intervento dell’amministrazione. Nel giro però di un mese, la finestra non è stata sostituita e nel frattempo sarebbero sopraggiunti anche altri tipi di problematiche. Oltre la rottura di un altro vetro si è registrato anche il decadimento di parte dell’intonaco di un solaio di un’altra aula, con calcinacci crollati durante la due giorni delle elezioni europee, obbligando così la chiusura dello spazio in attesa della messa in sicurezza.

La lite

Situazioni critiche che sono state segnalate sui social da Coppola: “Non mi resta che sperare affidandomi ai potenti mezzi persuasivi di Facebook”, trovando però una risposta molto dura da parte del sindaco Pasquale Aliberti. Il primo cittadino scafatese ha così risposto elencando un’altra serie di questioni inerenti la scuola, come la gestione della palestra presente, così come di un trasloco all’interno della struttura di Santa Maria delle Grazie. «Se si sente figlio di un Dio minore per la faccenda del vetro rotto allora vuol dire proprio che sta prendendo in giro me un’intera popolazione scolastica e un’intera città », è un passaggio del commento di Aliberti.

Le solite sfuriate

Una vera sfuriata, poi cancellata, da parte del primo cittadino in cui si insinuano rapporti di favore nell’istituto comprensivo e non solo, illazioni sulle quali lo stesso Coppola ha voluto rispondere su Fb: “Il mio obiettivo era di stimolo e di pungolo verso l’amministrazione, perché si tratta di vicende legate alla sicurezza della nostra struttura e dei giovani, non volevo fomentare, ha spiegato il dirigente; che nelle scorse ore ha ottenuto i tanti sospirati interventi: «Le finestre sono state sistemate e l’aula pericolante è stata messa in sicurezza in attesa del ripristino. Ringraziamo l’ente».

Alfonso Romano