Scafati: Santocchio chiede trasparenza sulle concessioni edilizie

Santocchio sottolinea l'importanza di un'azione amministrativa trasparente e coerente

Mario Santocchio
Mario Santocchio

Scafati – Mario Santocchio, coordinatore di Fratelli d’Italia a Scafati, lancia un monito al sindaco Pasquale Aliberti riguardo le concessioni edilizie rilasciate a consiglieri comunali e assessori, sottolineando la necessità di trasparenza e rispetto verso i cittadini. Santocchio critica duramente l’operato del sindaco, accusandolo di sviare l’attenzione con soliloqui in consiglio comunale e di non affrontare le ombre che caratterizzano la sua amministrazione.

“Piuttosto che fare soliloqui in consiglio comunale, cercando di sviare l’attenzione dalle tante ombre che, come la storia insegna, contraddistinguono il suo operato, il sindaco Pasquale Aliberti faccia chiarezza sulle concessioni edilizie concesse a consiglieri e assessori, in odore di incompatibilità,” afferma Santocchio. Il coordinatore di Fratelli d’Italia insiste sulla necessità che Aliberti mostri la documentazione relativa alle concessioni, invocando trasparenza, legalità e lealtà verso i cittadini che spesso aspettano anni per ottenere permessi simili.

“Sindaco Aliberti, mostri la documentazione, in nome della trasparenza, legalità e lealtà verso i cittadini che aspettano anni per simili permessi. Comprendo la tensione che i recenti fatti generano in un animo già turbato, ma le sue menzogne finiranno presto per travolgerlo, in uno con le sue contraddizioni e mistificazioni. Praticamente il suo ‘vizietto’. Serve chiarezza,” continua Santocchio.

Il comunicato di Santocchio sottolinea l’importanza di un’azione amministrativa trasparente e coerente, che metta al centro gli interessi dei cittadini e non quelli di pochi privilegiati. “I cittadini di Scafati hanno il diritto di sapere la verità. Il sindaco deve rispondere in modo chiaro e diretto alle accuse, evitando di rifugiarsi nel vittimismo e nella propaganda,” afferma il coordinatore.

Fratelli d’Italia a Scafati ribadisce il proprio impegno per una politica onesta e al servizio della comunità, dichiarando che continuerà a vigilare e a denunciare qualsiasi forma di abuso o favoritismo.