Castel San Giorgio. Torna la “Sagra del Baccalà e non solo”: info e dettagli

L'intera frazione si trasformerà in un agriturismo all'aperto, dove sarà possibile gustare una vasta gamma di specialità gastronomiche locali.

Dal 21 al 23 giugno, la frazione di Aiello-Campomanfoli nel comune di Castel San Giorgio ospiterà la 26esima edizione della Sagra del Baccalà e non solo. Durante i tre giorni della sagra, l’intera frazione si trasformerà in un agriturismo all’aperto, dove sarà possibile gustare una vasta gamma di specialità gastronomiche locali, con un’attenzione particolare al baccalà e al pesce fresco.

L’Evento

Promosso dall’Associazione “Centro di Comunità Maria Santissima di Costantinopoli”, l’evento non è solo un’occasione per assaporare ottimo cibo, ma rappresenta anche un importante momento di riscoperta delle tradizioni locali, sia culinarie che folkloristiche. La tradizione di preparare pesce, insolita per una cittadina senza sbocco sul mare, è legata alla devozione verso la Madonna di Costantinopoli, conosciuta anche come Madonna del Mare. Questa usanza risale al XIX secolo, quando l’allora Arcivescovo di Salerno, Antonio Salomone, decretò che durante la Festa di Maria Santissima di Costantinopoli si dovesse servire un menù a base di pesce. Questo legame storico e religioso continua a essere un elemento distintivo della sagra, contribuendo a mantenere vive le antiche usanze e a promuovere la cultura locale. Le tre serate saranno animate anche da tanta musica, creando un’atmosfera festosa e coinvolgente.