Agro nocerino e vesuviano. Un venerdì nero. Interruzione dell’energia elettrica e rubinetti a secco

Interruzione dell’energia elettrica e rubinetti a secco. Il venerdì nero dell’agro nocerino e del vesuviano è stato caratterizzato, oltre che dal forte caldo, da blackout elettrici registrati soprattutto tra Pagani, Angri e Scafati.

Interruzione di approvvigionamenti idrici sono stati segnalati, invece, nelle aree del vesuviano e del nolano. Un’estate nera che sta mettendo a dura prova la popolazione, già segnata dall’emergenza incendi.

L’interruzione dell’energia elettrica è stata rilevante, dovuta principalmente ai sovraccarichi, conseguenza del massiccio uso di condizionatori e ventilatori per fare fronte all’anomala ondata di calore di questi giorni.

Ad Angri la situazione più critica. Gran parte della città è stata interessata da un importante blackout già dal primo pomeriggio. Soltanto a tarda sera la situazione è andata normalizzandosi registrando non poche ripercussioni su molte attività produttive, soprattutto quelle agro alimentari e ad esse connesse.

Nell’area vesuviana e nel nolano un guasto improvviso alla rete idrica, già dal primo pomeriggio, ha registrato una forte carenza di acqua, lasciando a secco i rubinetti tra Somma Vesuviana, Ottaviano e Carbonara di Nola.