Agro Nocerino. Siccità. Coldiretti: “Produzione ortaggi in forte calo”

E’ di almeno il 40 per cento il calo della produzione orticola nell’agrosarnese nocerino a causa della forte siccità. Lo stima Coldiretti Salerno che sta monitorando la situazione attraverso i suoi uffici di zona.

Cali della produzione si registrano per insalate, fagiolini, peperoni e melenzane in pieno campo. La siccità crea danni anche ai proprietari dei pozzi a causa delle falde acquifere che sono scese di svariati metri.

“Le eccellenze dell’agro, a partire dal pomodoro San Marzano e dagli ortaggi di qualità – sottolinea il presidente di Coldiretti Vittorio Sangiorgio – necessitano di un piano di valorizzazione dell’acqua. E’ necessario il completamento del reticolo irriguo del Consorzio di Bonifica per servire anche le zone ad oggi non coperte. Al tempo stesso va urgentemente ultimato il grande progetto Sarno in quanto il risanamento ambientale permetterebbe l’utilizzo di acque oggi non a disposizione dell’agricoltura”.

Il presidente di Coldiretti Salerno auspica anche un impegno, da parte dei Comuni che stanno aggiornando i piani urbanistici, “per interventi di riutilizzo delle acque bianche per evitare che in periodi di forte siccità si debba valutare che tipo di utilizzo sia prioritario”.

Altro problema connesso alla siccità sono gli incendi che, in provincia di Salerno e nell’agro sarnese hanno già distrutto migliaia di ettari di boschi e campi coltivati.

“Problematica comunque connessa a un cambiamento anomalo del clima che non lascia illesa l’agricoltura – dice Sangiorgio – una situazione critica che continua a far operare in emergenza quando dovremmo essere capaci di prevenire con interventi di tutela del patrimonio boschivo e un progetto di cura e valorizzazione del sottobosco”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati