Angri. Il Chianiello imbrattato di rifiuti dopo il pic nic di ferragosto

Scampagnata e rifiuti sparsi nella macchia mediterranea del “Chianiello”. L’area verde dei Monti Lattari è stata presa d’assalto dai gitanti del ferragosto per la tradizionale scampagnata. Evidenti sono gli strascichi provocati dalla levata, come dimostrano le foto pubblicate sul social da Francesco Gallo.

Rifiuti sparsi ovunque, senza la minima educazione ne senso civico. Da questo ennesimo scempio emerge chiaro che la città è sporca soprattutto per la mancanza di senso civico delle persone che riversano e depositano rifiuti di ogni genere, ovunque, sul territorio. Dato che viene confermato anche dalla pulizia del paese in questi giorni di ferie: cassonetti vuoti durante il giorno e strade ben pulite.

Elementi che avallano la tesi dell’assessore Caterina Barba pronta ad un’intesa ed efficace azione di repressione del fenomeno del sacchetto selvaggio. Azione di prevenzione e repressione del fenomeno, con l’ausilio delle Guardie Ambientali, iniziata qualche settimana fa con il controllo di alcuni sacchetti riposti con altri tipi di materiale in Via Cristoforo Colombo.

Luciano Verdoliva

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati