Angri. La Dia confisca beni per 1,5 milioni di euro

La sezione di Salerno della Direzione investigativa antimafia ha eseguito un decreto di confisca beni per un valore complessivo di 1,5 milioni di euro riconducibili a Domenico Chiavazzo, trentaseienne di Angri e ai suoi familiari.

Chiavazzo è stato condannato nel 2011 per associazione a delinquere finalizzata all’usura e all’estorsione.

La Dia, in particolare, ha confiscato due fabbricati e un terreno nel comune di Angri, tra cui una sontuosa villa con piscina dove Chiavazzo abitava con propria famiglia.