Angri. Luci spente sul cartellone estivo. Ennesima bocciatura per Ferraioli & Co.

Perso l’Okdoriafest e cancellate altre significative manifestazioni culturali e spettacolari estive la cittadina angrese non ha proposto nessun cartellone estivo. Silenzio, tristezza e buio per i tanti cittadini rimasti in città. Un vero flop per la programmazione del tempo libero nella cittadina che da oltre un trentennio non registrava un vuoto così significativo del cartellone estivo.

Bocche cucite in Piazza Crocifisso, anche un po’ dovuto alla protratta latitanza feriale di sindaco e degli assessori, nessuno sembra volere o sapere dare chiare spiegazioni per questo ennesimo flop amministrativo.

Un flop che mette nuovamente alla gogna gli amministratori delegati e i responsabili della mancata organizzazione dell’estate angrese, incapace di dare slancio alle politiche culturali e alla innata vocazione turistica cittadina.

L’ultimo passo falso è rappresentato dalla bocciatura del POC regionale legato proprio al turismo locale. Cavilli burocratici trascurati e qualche evidente distrazione hanno impedito l’arrivo di un’importante somma di denaro destinata alla programmazione turistica e culturale.

Il sindaco Ferraioli tuttavia rimodula ma non cambia gli elementi di un esecutivo da tempo bocciato e ben al di sotto delle iniziali aspettative. Un esecutivo mediocre tenuto in piedi forse per mera questione politica o di opportunità?

Luciano Verdoliva

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati