Angri. Milo fuori dal consiglio provinciale: “Avrò più tempo per la mia città”

“Adesso avrò maggior tempo libero da dedicare a ciò che mi interessa di più: la mia città! Per cui si continua a costruire un progetto politico, che in realtà ha già preso forma, nella speranza che possa essere condiviso da sempre più persone per il solo e unico interesse di migliorare la nostra cara e amata città”. Alberto Milo, consigliere provinciale uscente, non ce l’ha fatto a riconquistare lo scranno. In lizza con il Pd, dopo lunghi trascorsi nell’Udc, non è riuscito a collezionare il numero di consensi necessari a sbaragliare l’agguerrita concorrenza.

Milo si complimenta con i neo consiglieri provinciali angresi Mauri e Ferraioli. “Spero che possano lavorare per il bene di Angri, oltre che dell’intera provincia di Salerno – dichiara -. Mi auguro che la loro presenza sia costante, come tale è stato il mio impegno in questi due anni”.

Il consigliere provinciale uscente era conscio della difficoltà della sfida. “Mi sono ricandidato alla provincia seguendo un principio di continuità amministrativa – aggiunge -. Sapevo che non sarebbe stato semplice, perché le elezioni provinciali sono purtroppo elezioni di partito e non di popolo. Ed io, da tempo, non ho più un partito che mi rappresenta e per questo sono stato ospitato, da indipendente, nella lista del PD con cui ho governato in questi due anni. Desidero ringraziare chi mi ha sostenuto e ha creduto in me, senza aspettarsi nulla in cambio se non la stima e il rispetto che meritano quelle persone che sono ancora in grado di mantenere, con una stretta di mano, gli impegni assunti”.