Angri. Soppressione dei passaggi a livello. Il comune deve versare 671mila euro alle Ferrovie

Soppressione dei passaggi a livello. Il comune di Angri deve 671 mila euro alla Rete Ferroviaria Italiana nell’ambito dell’accordo di programma per la soppressione dei passaggi a livello tra i comuni di Angri e Scafati.

Lo stabilì, con delibera, il consiglio comunale del 14 novembre del 2005. La somma doveva essere versata “entro dodici mesi successivi dall’inizio dei lavori previa costituzione di una fideiussione di pari importo”. La somma sarebbe stata versata dopo l’accensione di un mutuo da contrarre con la Cassa Depositi e Prestiti.

La proposta allegata alla delibera consiliare fu sottoscritta dall’attuale consigliere comunale di maggioranza Luigi D’Antuono, allora assessore all’Urbanistica dell’esecutivo guidato dal sindaco Giuseppe La Mura.

Ora, a distanza di quasi dodici anni, con l’imminente ultimazione dei lavori dei cavalcavia e dei sottovia tra Via Palmentello e Corso Vittorio Emanuele, nella zona PIP, la RFI chiederebbe l’esigibilità del credito da parte dell’ente di Piazza Crocifisso.

Luciano Verdoliva

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati