Asl Salerno. Avviate le procedure per l’assunzione di 92 dirigenti medici ed il trasferimento di altri 23 sanitari

Le strutture dell’Asl Salerno si rafforzano con l’arrivo di 105 nuovi medici. A pochi mesi dall’insediamento della nuova Direzione dell’Asl Salerno, prende il via una grossa operazione di reclutamento che prevede l’assunzione a tempo indeterminato di ben 92 medici appartenenti ad 11 diverse specialità, ed il trasferimento per mobilità di ulteriori 23 sanitari. Essi andranno, parzialmente, a coprire i vuoti causati in questi anni dal collocamento in pensione di tantissime figure professionali e dal blocco del turn over che ha tenuto bloccate le assunzioni.
Le procedure concorsuali consentiranno di porre rimedio alle carenze di organico nelle varie strutture, e permetteranno all’Azienda di aumentare il livello quali-quantitativo delle prestazioni erogate, fornendo un’assistenza sanitaria più rispondente alle esigenze dei cittadini.

Queste le figure professionali messe a concorso:
13 posti di Dirigente Medico di Anestesia e Rianimazione
10 posti di Dirigente Medico di Cardiologia
2 posti di Dirigente Malattie Infettive
21 posti di Dirigente Medico di Medicina e Chirurgia d’Accettazione e Urgenza
2 posti di Dirigente Medico di Medicina Generale
9 posti di Dirigente Medico di Ortopedia e Traumatologia
2 posti di Dirigente Medico di Patologia Clinica
9 posti di Dirigente Medico di Pediatria
21 posti di Dirigente Medico di Radiodiagnostica
2 posti di Dirigente Medico di Urologia
1 posto di Dirigente Medico Veterinario Area b)

Inoltre, a seguito degli avvisi di mobilità regionale ed extra regionale per acquisire la disponibilità di medici in servizio presso altre Aziende Sanitarie, è in corso l’immissione per trasferimento di altri 23 medici.

Ottenuta l’autorizzazione regionale ad espletare le procedure concorsuali, il Direttore Generale si è affrettato a firmare i bandi di concorso, che saranno a breve pubblicati sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania e sulla Gazzetta Ufficiale.
Ricordiamo che il blocco del turn over era stato attivato in Campania nel 2007, ed i suoi effetti si erano inaspriti nel tempo con il progressivo depauperamento di personale, causando sofferenze nella gran parte delle strutture di questa ASL, in particolare nei 10 Presidi Ospedalieri direttamente gestiti.
In tale già difficile situazione è poi andata ad inserirsi l’applicazione delle nuove norme portate dalla legge 161/2014 che, a decorrere dal 25 novembre 2015, ha previsto per il personale del SSN l’obbligo dell’orario di lavoro contenuto entro le 48 ore settimanali ed il rispetto di almeno 11 ore consecutive di riposo ogni 24 ore.
Solo con il Decreto del Commissario ad acta n.6 dell’11.02.2016, in considerazione delle pressanti esigenze delle Aziende Sanitarie campane, rese ancora più cogenti dall’entrata in vigore della suddetta direttiva europea sui turni di lavoro, è intervenuta l’autorizzazione ad avviare il reclutamento di personale nella misura del 70 % del personale cessato nel 2015.

antonio-giordano

“Alla luce di tali sopraggiunte autorizzazioni regionali -ha dichiarato il Direttore Generale Antonio Giordano- questa Azienda ha provveduto ad attivare i necessari percorsi amministrativi finalizzati al reclutamento del personale da assegnare alle varie strutture aziendali. L’impegno di questa Azienda è di completare al più presto le procedure, per poter fornire nuova linfa alle nostre strutture e superare le emergenze e criticità assistenziali di quest’ultimo periodo”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati