Blitz antidroga nell’Agro, tra i clienti anche professionisti

Usavano un linguaggio criptico per tentare di eludere i controlli. “Fiale”, “panettone”, “bacio perugina”, “spumante”, “Ferrari”, Lamborghini”: con questi termini i 14 indagati, arrestati ieri dai carabinieri del reparto territoriale di Nocera Inferiore, parlavano della droga.

Nella rete sono finiti Antonio Tortora, 35enne di Pagani, l’unico in carcere. Agli arresti domiciliari invece Andrea Pepe, 23enne di Pagani, Fabio Quattroventi, 25anni di Sant’Egidio, Graziano Petrone, 22 anni di Sant’Egidio, Antonio Califano, 22 anni e Roberto Verlezza, di 24 anni, anche loro di Sant’Egidio, Sabato Fiamma, 20enne di Angri, Michele Giorgio, 36enne di Pagani, Alfonso Ruocco, 20enne di Corbara, Giuseppina Di Lieto, 20enne di Pagani, Luigi Buontempo, 23 anni di Sant’Egidio e Alfonso Eulogio, 35 anni, di Angri.

Oltre alle intercettazioni telefoniche, sono risultate fondamentali per le indagiini le confessione di alcuni degli assuntori di cocaina, crack o marijuana. Gli scambi di soldi e droga avvenivano ad Angri, Sant’Egidio del Monte Albino, Corbara e Pagani. Gli investigatori hanno scoperto che molti si procuravano la droga nel comune di Pagani, al centro precisamente ma anche in via Filettine nel cosiddetto”Bronx”.

Tra clienti figurerebbero anche professionisti e commercianti dell’Agro.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati