Campania. Si rompe conduttura, 32 comuni a secco

Trentadue comuni campani – 12 della provincia di Napoli, 19 del Casertano e uno del Beneventano – si sono svegliati questa mattina senza’acqua a causa della improvvisa rottura, avvenuta ieri sera, di un adduttore idrico in corrispondenza del comune di Ruviano, nell’Alto Casertano. Con una nota la Protezione Civile della Regione Campania spiega che “e’ in atto l’intervento di riparazione del grande adduttore idrico ubicato tra Gioia Sannitica e Ruviano. I tecnici sono al lavoro gia’ dalla scorsa notte e hanno provveduto a svuotare la condotta.
L’intervento di riparazione terminera’ nel pomeriggio, subito dopo occorrera’ caricare l’adduttore e mettere a pressione l’acqua. Le operazioni richiederanno una giornata intera”.

Al momento sono senz’acqua, nel Casertano, il capoluogo Caserta, e i centri di Ruviano, Caiazzo, Castel Morrone, Bellona, Piana di Monteverna, Pontelatone, Alife, Baia e Latina, Alvignano, Vitulazio, Camigliano, Pastorano, Pignataro Maggiore, Giano Vetusto, Maddaloni, Cervino, Santa Maria a Vico e Orta di Atella; nel Sannio l’interruzione si registra ad Amorosi, mentre nel napoletano i centri in difficolta’ sono Caivano, Afragola, Casoria, Acerra, Pomigliano d’Arco, Casalnuovo, Cercola, Casavatore, Arzano, Pozzuoli, Monte di Procida, Bacoli.

ANSA

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati