Casola ha ricordato il sacrificio di Raffaele Iozzino

A ricordare il giovane agente, appena ventiquattrenne, quando perse la vita durnate il squestro Moro, il questore Antonio De Iesu

La città ha voluto ricordare Raffaele Iozzino, l’agente di scorta della Polizia di stato caduto durante il sequestro di Aldo Moro. La comunità casolese si è ritrovata nel plesso dell’istituto scolastico intitolato proprio all’agente originario della cittadina dei Monti Lattari.

A ricordare il giovane agente, appena ventiquattrenne quando perse la vita, il questore Antonio De Iesu, accanto a lui il sindaco, Domenico Peccerillo. Un corteo che ha attraversato il centro cittadino concludendo il percorso nella piazza intitolata al giovane agente, con la deposizione di una corona ai piedi della lapide.