Castel San Giorgio: tornano al loro posto le quattro targhe divelte

Sabato prossimo 4 febbraio, alle ore 11.00, il Coordinamento provinciale di Libera a Salerno e il Presidio di Libera “Marcello Torre” di Castel San Giorgio affiggeranno nuovamente, agli alberi del Giardino della Memoria di Largo Onorato a Castel San Giorgio, le quattro targhe, dedicate a vittime innocenti delle mafie, distrutte da ignoti ad inizio gennaio.

In particolar modo saranno ricollocate al loro posto le targhe che ricordano Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Rosario Livatino e Giuseppe Fava. Il giardino della memoria di Largo Onorato a Castel San Giorgio, inaugurato lo scorso novembre, è un’area verde data in gestione dal Comune all’Istituto scolastico ProfAgri, che la cura in collaborazione col locale Presidio di Libera.

“La riaffissione delle targhe, già annunciata all’indomani dell’atto vandalico per il quale è stata sporta denuncia ai Carabinieri, è il segno concreto di una memoria che non si spezza e che, nonostante tutto, continua a
trasformarsi in impegno quotidiano”, ai legge in una nota a firma dei referenti di Libera Giuseppe De Caro e Anna Garofalo

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati