Cava de’ Tirreni. Abbattuto un pino pericoloso

Come programmato, stamattina, con il taglio del pino alla frazione Annunziata, sono iniziati gli abbattimenti dei 37 esemplari di platani, pini, cedri e lecci cittadini la cui probabilità di crollo è stata ritenuta elevata da una analisi commissionata al Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II di Napoli.

Gli altri interventi di prevenzione dei rischi programmati dall’Assessorato al verde pubblico, per il mese di agosto interesseranno: 5 esemplari di Platanus x hispanica, in viale Garibaldi; n. 1 esemplare di Platanus x hispanica, in c.so Mazzini; n. 1 esemplare di Platanus x hispanica, in c.so Principe Amedeo; n. 1 esemplare di Platanus x hispanica, in via Caliri; n. 1 esemplare di Pinus Pinea, in via Prezzolini; n. 1 esemplare di Cedro, presso la Scuola Balzico; n. 1 esemplare di Leccio presso il parco Falcone e Borsellino di viale Crispi.

“Ancora una promessa dell’Amministrazione Servalli mantenuta – afferma l’Assessore al verde pubblico, Enrico Polichetti – Il pino dell’Annunziata era diventato da anni una preoccupazione per i residenti, per l’età oramai vetusta, il peso e la grandezza della chioma e del tronco. Come programmato anche in virtù della prevenzione dei rischi, dovuti all’approssimarsi della stagione invernale e quindi delle giornate ventose e di cattivo tempo e dopo una attenta valutazione degli esperti, abbiamo iniziato gli abbattimenti proprio dall’Annunziata. Risolveremo in questo modo anche il problema delle viabilità compromessa da decenni dalle radici del pino che avevano praticamente divelto il piano stradale”

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati