Cava. Polizia locale: sequestro e sanzioni

L’Ufficio di Polizia Amministrativa e Commerciale ha provveduto, giovedì scorso, al sequestro preventivo dei locali e delle attrezzature di una attività di falegnameria artigianale abusiva, priva delle necessarie autorizzazioni per lo svolgimento dell’attività e con l’aggravante dell’utilizzo di vernici con relative emissioni nocive in atmosfera dei reflui. Inoltre, nella giornata di ieri il personale della sezione Pronto Intervento ha effettuato controlli per identificare gli autori dell’accensione di sterpaglie che hanno causato notevoli disagi alle abitazioni circostanti.

Congiuntamente all’Ufficiale Sanitario dell’Asl, il capitano Franco Ferrara, Responsabile della Sezione Annona, giovedì 7 luglio, intorno alle ore 13,00, a seguito di una azione mirata, ha proceduto alla chiusura ed al sequestro preventivo dei locali e attrezzature di una azienda di falegnameria artigianale, priva di ogni autorizzazione commerciale e che utilizzava peraltro vernici in assenza di ogni procedura per la tutela delle emissioni in atmosfera. Gli atti sono stati rimessi all’Autorità Giudiziaria di Nocera Inferiore per il prosieguo di competenza.

Nella giornata di ieri la pattuglia di Pronto Intervento è intervenuta per individuare i responsabili dell’accensione di sterpaglie in due fondi privati di località collinari che hanno causato non pochi disagi alle abitazioni della zona per l’intenso fumo emesso. A carico dei responsabili sono stati elevati verbali di contravvenzione.